default_mobilelogo

Login

Il criterio di aggiudicazione del massimo ribasso è da considerare illogico e, dunque, illegittimo, laddove le prestazioni non siano standardizzate. In presenza, infatti, di elementi qualitativi o di richieste di miglioramenti alle ditte offerenti risulta, simmetricamente, necessario utilizzare il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

Lo chiarisce la sentenza del Consiglio di Stato, sezione V, 3 dicembre 2010, n. 8408. Il criterio del prezzo più basso risulta utilizzabile se le obbligazioni contrattuali siano univocamente considerate e fissate nel dettaglio tecnico. Invece, l’offerta economicamente più vantaggiosa si basa su una pluralità di elementi variabili (prezzo, qualità, pregio tecnico, servizi successivi…) ed è idonea per prestazioni non precisamente individuate in modo immodificabile e chiuso dal capitolato.

Per queste ragioni, se la lex specialis attribuisce particolare rilievo ad aspetti qualitativi e variabili dell’offerta, la scelta del criterio del massimo ribasso deve essere scartata.

Nel caso di specie, l’amministrazione appaltante aveva scelto il criterio del massimo ribasso per un noleggio di attrezzature informatiche, composto anche da servizi di manutenzione, rifacimento di locali ed impiantistica, assistenza tecnica e formazione professionale. Il capitolato per molte delle voci componenti la prestazione ha previsto che le specifiche tecniche descritte fossero soltanto soluzioni “minime”. E ha lasciato spazio, dunque, a miglioramenti progettuali o a proposte per soluzioni tecniche alternative e migliorative di quelle indicate.

Il criterio del massimo ribasso è risultato oggettivamente incongruo, perché l’amministrazione appaltante aveva nei fatti richiesto elementi qualitativi dell’offerta, dei quali poi non ha potuto tenere conto.

Perché il criterio del massimo ribasso risulti legittimo, allora, occorre che le prestazioni che compongono l’impianto obbligatorio del contratto oggetto della procedura di gara siano standardizzate: solo in questo caso, poiché il capitolato le individua in maniera fissa in termini di tecnica, quantità e qualità, il ribasso risulta logico e ammissibile in conseguenza di uno sforzo progettuale estremamente dettagliato e preciso.

 

 (lo)