default_mobilelogo

Login

L'Assemblea dei soci del Centro Studi e Ricerche sulle Autonomie Locali di Savona è convocata per il giorno 4 ottobre 2017, con inizio alle ore 16:00, presso il Comune di Savona, Corso Italia, 19.

 

Consiglio di Stato, Sez. V, sentenza n. 184 del 18 gennaio 2017 Pres. Francesco Caringella, Est. Oreste Mario Caputo

 

 

 

 

 

 

Il Consiglio di Stato, Sez. V, con la sentenza n. 184 del 18 gennaio 2017, si è pronunciato sulla legittimità o meno dell’esclusione dalla gara per mancanza del requisito della regolarità fiscale e sulla possibilità, in capo alla ditta esclusa, di regolarizzare il requisito in corso di gara.

 

Nel caso di specie, la ditta esclusa non aveva effettuato tempestivamente il pagamento dei ratei al fisco dopo l’aggiudicazione provvisoria.

 

I giudici di Palazzo Spada hanno affermato che “E’ legittima l’esclusione da una gara di appalto di una r.t.i. nel caso in cui risulti che, dopo l’aggiudicazione provvisoria, una impresa facente parte della r.t.i. stessa non era in regola con il pagamento delle tasse, per effetto del mancato tempestivo pagamento dei ratei, il quale ha comportato – ai sensi dell’art. 3 bis, comma 4, d.lgs. n. 462/1997 – la decadenza dal beneficio della rateizzazione di un debito tributario che già al momento della presentazione dell’offerta era oggetto del procedimento di riscossione; né, d’altra parte, rileva il ricorso tributario proposto avverso le cartelle esattoriali notificate alla impresa per l’omesso tempestivo pagamento dei ratei, in quanto deducete vizi propri del solo procedimento esattivo, che non incide sulla definitività dell’obbligazione tributaria a monte, già certa, liquida ed esigibile”.

 

Il Consiglio di Stato ha ribadito, pertanto, che il requisito della regolarità fiscale, nell’ambito del bando di gara, è un requisito necessario di partecipazione che deve essere posseduto dall’impresa partecipante alla procedura senza soluzione di continuità, quindi, “non solo al momento di scadenza del termine di presentazione dell’offerta, ma per tutto l’arco temporale in cui s’articola il procedimento di gara“.

 

A tale carenza non è possibile sopperire in corso di gara attraverso una regolarizzazione successiva, in quanto ciò andrebbe a discapito della regola generale della par condicio tra i concorrenti.

 

 

 

km

 

Allegati:
Scarica questo file (CdS 184 del 2017.pdf)CdS 184 del 2017.pdf[ ]174 kB

 

Con parere pubblicato il 7 marzo u.s., l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha affermato che secondo la giurisprudenza comunitaria, l’affidamento diretto di servizi pubblici ad associazioni di volontariato è legittimo solo dove l’ambito normativo in cui si svolge l’attività delle associazioni in parola contribuisca effettivamente a una finalità sociale e al perseguimento degli obiettivi di solidarietà ed efficienza di bilancio.

E’ quindi necessario che le associazioni non perseguano obiettivi diversi e che non traggano alcun profitto dalle loro prestazioni, a prescindere dal rimborso di costi variabili, fissi e durevoli nel tempo, necessari per fornire le relative prestazioni, e che non procurino alcun profitto ai loro membri; in particolare, occorre verificare che l’attività di volontariato non fornisca copertura al perseguimento di alcuno scopo di lucro, nemmeno indiretto.

Ne consegue che le disposizioni in oggetto vanno essere lette alla luce dell’orientamento comunitario in materia, verificando in concreto il contesto normativo e convenzionale in cui si inscrive l’affidamento diretto al fine di valutare l’applicabilità dei principi e delle indicazioni esegetiche della Corte di Giustizia UE.

La nostra politica sui cookie

Come molti altri siti Web, centrostudi-sv.com potrebbe archiviare o recuperare informazioni dal browser, soprattutto sotto forma di cookie. Tali informazioni possono riguardare l'utente, le sue preferenze o il dispositivo di accesso a Internet (computer, tablet o cellulare) e vengono utilizzate principalmente per adeguare il funzionamento del sito alle aspettative dell'utente, offrendo un'esperienza di navigazione più personalizzata e memorizzando le scelte effettuate in precedenza.

Di seguito è possibile saperne di più sui vari modi in cui utilizziamo i cookie. Se lo si desidera, è possibile impedire il salvataggio di alcuni o tutti i cookie. Tuttavia, in questo caso l'utilizzo del sito e dei servizi offerti potrebbe risultarne compromesso.

Cookie indispensabili

Questi cookie sono necessari al corretto funzionamento del sito. Consentono la navigazione delle pagine, la ricerca di articoli e di altri servizi e l'effettuazione di invii di richieste.

Senza questi cookie non potremmo fornire i servizi per i quali gli utenti accedono al sito.

Cookie prestazionali

Questi cookie permettono di sapere in che modo i visitatori utilizzano il sito, per poterne così valutare e migliorare il funzionamento. Ad esempio, consentono di sapere quali sono le pagine più e meno frequentate. Tengono conto, tra le altre cose, del numero di visitatori, del tempo trascorso sul sito dagli utenti e delle modalità di reperimento. In questo modo, possiamo sapere che cosa funziona bene e che cosa migliorare, oltre ad assicurarci che le pagine si carichino velocemente e siano visualizzate correttamente.

Tutte le informazioni raccolte da questi cookie sono anonime e non collegate ai dati personali dell'utente. Utilizziamo i servizi di Google, Adobe e Marin Software per eseguire queste funzioni.

Cookie funzionali

Questi cookie consentono di offrire funzionalità avanzate, nonché maggiori informazioni e funzioni personali. Ciò include la possibilità di guardare video di YouTube, fornire informazioni su determinate destinazioni e consentire agli utenti di condividere contenuti attraverso i social network.

Tali servizi sono principalmente forniti da operatori esterni. Se si dispone di un account o se si utilizzano i servizi di tali soggetti su altri siti Web, questi potrebbero essere in grado di sapere che l'utente ha visitato i nostri siti. L'utilizzo dei dati raccolti da questi operatori esterni tramite cookie è sottoposto alle rispettive politiche sulla privacy e pertanto si identificano tali cookie con i nomi dei rispettivi soggetti.

 

 

Rinuncia ai cookie

In caso di preoccupazioni sull'utilizzo dei cookie, è possibile intervenire e impedirne l'impostazione, ad esempio modificando la configurazione del browser per bloccarne determinati tipi.

Per informazioni dettagliate sulla procedura necessaria è possibile consultare la guida del browser. Per una panoramica dei browser più comuni, visitare l'indirizzo
http://www.cookiepedia.co.uk/index.php?title=How_to_Manage_Cookies oppure
http://www.aboutcookies.org/

 

       
       
       
       
       
       
       
       
       
       
       
       
       
       
       
       
       
       
    _slider_airport rynsid

 

In applicazione alle disposizioni contenute al comma 540 dell’articolo 1 della legge 23 dicembre 2014, n. 190, la Direzione Centrale della Finanza Locale ha predisposto il decreto del 25 marzo 2015, in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, approvativo della certificazione per la concessione di un contributo in conto interessi ai comuni, alle province e alle città metropolitane su operazioni di indebitamento attivate nell'anno 2015, il cui ammortamento decorre dal 1° gennaio 2016.

 

 

 

In materia di incentivi per la progettazione, con parere n. 11 del 9 marzo 2015, la Sezione delle autonomie risolve la questione di massima, rimessa dalla Sezione regionale di controllo per la Liguria con deliberazione n. 75/2014, enunciando il seguente principio di diritto:  


“l’obbligo di non superare nella corresponsione di incentivi al singolo dipendente, nel corso dell’anno, l’importo del 50 per cento del trattamento economico complessivo annuo lordo, è applicabile al pagamento degli incentivi dovuti per attività tecnico-professionali espletate dai dipendenti individuati dalla norma a far data dall’entrata in vigore della legge di conversione del d.l. 24 giugno 2014, n. 90”.

 

 

 

Consiglio di amministrazione

  • BACCIU LUCIA  -  Segretario generale Comune di Savona
  • ARALDO PIERO  - Segretario generale  Città Metropolitana di Genova
  • BOSCHI MARIA ENRICHETTA – Segretario comunale Comune di Celle Ligure
  • NEGRO GIORGIO   - già Direttore generale Provincia di Imperia
  • OLIVERI MIRELLA  - Assessore del Comune di Vado Ligure
  • ORLANDO CONCETTA - Segretario generale Comune di Sanremo

Collegio dei Revisori dei Conti:  

  • FANTONI Marco – Direttore dell'Istituto Opera Pia Siccardi - Berninzoni di Spotorno
  • OLIO Fiorenza – Segretario comunale Comune di Pietra Ligure
  • SECONDO Antonio – Funzionario Comune di Savona


Presidente
BACCIU Lucia
Vicepresidente
ARALDO Piero
Direttore
PANASSIDI Giuseppe
Vice-Direttore
ROSSI Marco
Segreteria
FERRARA Graziella

Il Presidente, i componenti del Consiglio di amministrazione e i revisori non percepiscono compensi nè rimborsi spese per lo svolgimento delle loro funzioni.

Il fondo annuo a disposizione del direttore del Centro per rimborso, anche forfettario, delle spese è di 1.500 euro.

Allegati:
Scarica questo file (curriculum Panassidi.pdf)curriculum Presidente[curriculum Presidente]214 kB

Piergiorgio Alberti
ordinario diritto amministrativo Università di Genova
Vittorio Italia
ordinario diritto amministrativo Università di Milano
Corrado Mauceri
avvocato in Genova
Tommaso Miele
consigliere Corte dei conti, presidente Associazione magistrati della Corte dei conti

torretta

Centro Studi e Ricerche sulle Autonomie Locali di Savona
Tel. e fax 019.804321
Email:
segreteria@centrostudi-sv.com
PEC:
centrostudisv@pcert.postecert.it

 Richiesta di contatto

Nome:*
E-mail:*
Argomento:*
Messaggio: