default_mobilelogo

Login

 

CORTE DEI CONTI – SEZIONE DELLE AUTONOMIE

 

DELIBERAZIONE N.30 DEL 25 OTTOBRE 2016

 

PRESIDENTE: DE GIROLAMO; RELATORI: IAMELE-FERONE

 

 

 

L’obbligo di provvedere a ripianare il disavanzo di amministrazione rileva a prescindere dall’organo titolare dei poteri da esercitare.

 

Laddove l’applicazione del disavanzo all’esercizio in corso risulti non sostenibile sul piano finanziario, lo stesso deve essere distribuito negli esercizi successivi considerati nel bilancio di previsione. La circostanza che gli esercizi successivi superino la consiliatura in corso e coincidano con il periodo di mandato elettivo di una nuova amministrazione non costituisce impedimento giuridico-contabile alla adozione del ripiano pluriennale che deve essere obbligatoriamente adottato.

 

Le misure di ripiano del disavanzo non devono in alcun modo essere surrettiziamente sostitutive di altre eventuali e più radicali misure quali il piano di riequilibrio o la dichiarazione di dissesto.

 

Allegati:
Scarica questo file (Sez. Autonomie 30_2016.pdf)Sez. Autonomie 30_2016.pdf[ ]324 kB