default_mobilelogo

Login

 

CORTE DEI CONTI – SEZIONE DI CONTROLLO EMILIA ROMAGNA

 

DELIBERAZIONE N.96 DEL 25 OTTOBRE 2016

 

PRESIDENTE: GRECO; RELATORE: ROMANO

 

 

 

Il rapporto che si instaura tra il gestore della struttura ricettiva e l’ente destinatario dell’imposta di soggiorno non è qualificabile quale rapporto di carattere tributario ma quale rapporto di natura contabile. Da ciò ne consegue la non riconducibilità al novero delle violazioni tributarie delle omissioni e dei ritardi nel versamento del tributo ascrivibili al soggetto gestore.

 

L’istituto del ravvedimento operoso, previsto dall’art.13 del D.Lgs. n.472/1997, non è applicabile agli adempimenti che si collocano al di fuori del rapporto tributario, quale quello che grava sui gestori delle strutture ricettive.

 

 

 

 

 

 

 

Allegati:
Scarica questo file (Emilia Romagna 96_2016.pdf)Emilia Romagna 96_2016.pdf[ ]3496 kB