default_mobilelogo

Login

 

CORTE DEI CONTI – SEZIONE DI CONTROLLO EMILIA ROMAGNA

 

DELIBERAZIONE N.106 DEL 8 NOVEMBRE 2016

 

PRESIDENTE: GRECO; RELATORE: PATUMI

 

 

 

I gruppi consiliari rappresentano diretta ed imprescindibile emanazione del Consiglio e si configurano quali sue necessarie articolazioni svolgendo, in tale veste, attività direttamente ed esclusivamente strumentali rispetto all’esercizio di funzioni ad esso intestate.

 

Il D.P.C.M. del 21 dicembre 2012 non è direttamente applicabile alle spese di funzionamento dei gruppi consiliari degli enti locali. Pur senza ricorrere all’interpretazione estensiva o all’estensione analogica, la giurisprudenza riferita ai gruppi consiliari regionali espone principi pienamente applicabili anche alle spese sostenute dai gruppi consiliari degli enti locali.

 

I gruppi consiliari degli enti locali possono sostenere solo spese riconducibili alla loro attività. Rimane precluso l’utilizzo delle dotazioni finanziarie ad essi attribuite in favore dei partiti e dei movimenti politici di cui fanno parte, per erogare contributi ad associazioni o ad enti o organismi senza scopo di lucro e in favore di studenti che svolgano attività di studio correlate all’attività istituzionale del Comune.

 

Allegati:
Scarica questo file (Emilia Romagna 106_2016.pdf)Emilia Romagna 106_2016.pdf[ ]3009 kB