default_mobilelogo

Login

 

CORTE DEI CONTI – SEZIONE DELLE AUTONOMIE

 

DELIBERAZIONE N.36 DEL 20 DICEMBRE 2016

 

PRESIDENTE: DE GIROLAMO; RELATORI: PETRUCCI-FRANCHI

 

 

 

L’esame dello stato di attuazione dei piani di riequilibrio non è diretto solo ad una verifica contabile del conseguimento di ciascun obiettivo finanziario programmato dall’ente, ma ad analizzare la situazione complessiva, con valutazione anche di ogni eventuale elemento sopravvenuto. Il mancato raggiungimento di alcuni obiettivi intermedi, se non accompagnato da un documentato grave e perdurante stato di aggravamento, non può condurre all’applicazione della procedura di dissesto. 

 

L’obiettivo primario della procedura di riequilibrio finanziario deve individuarsi nella attuazione di un percorso graduale di risanamento dell’ente atto a superare gli squilibri strutturali di bilancio che potevano condurre allo stato di dissesto. L’eventuale aggravamento del quadro complessivo della situazione finanziaria dell’ente preclude la realizzazione del percorso di risanamento che costituiva l’obiettivo primario del ricorso alla procedura di riequilibrio finanziario.

 

 

 

 

 

Allegati:
Scarica questo file (Sez. Autonomie 36_2016.pdf)Sez. Autonomie 36_2016.pdf[ ]413 kB