default_mobilelogo

Login

 

CORTE DEI CONTI – SEZIONE DI CONTROLLO PIEMONTE

 

DELIBERAZIONE N.88 DEL 12 MAGGIO 2017

 

PRESIDENTE: POLITO; RELATORE: CUCUZZA

 

 

 

In base all’art.1, co.562, della legge n.296/2006, fermi restando gli altri presupposti legislativi legittimanti, gli enti con popolazione non superiore a mille abitanti possono procedere a nuove assunzioni solo per sostituire le unità di personale cessato nell’anno precedente con rapporto di turn over di 1 a 1 e a condizione che la spesa complessiva non superi quella sostenuta nell’esercizio 2008.

 

Le procedure di mobilità sono connotate da neutralità finanziaria. Le cessioni per mobilità volontaria possono essere considerate come equiparabili a quelle intervenute per collocamento a riposo nella sola ipotesi in cui l’ente ricevente non sia a sua volta sottoposto a vincoli assunzionali.

 

Le amministrazioni, prima di procedere al reclutamento dall’esterno mediante procedure concorsuali, devono attivare le procedure di mobilità al fine di consentire l’eventuale trasferimento nei propri ruoli di dipendenti provenienti da altre amministrazioni.

 

Allegati:
Scarica questo file (Piemonte 88_2017.pdf)Piemonte 88_2017.pdf[ ]1989 kB