CORTE DEI CONTI – SEZIONE DI CONTROLLO REGIONE SICILIANA

 

DELIBERAZIONE N.94 DEL 16 MAGGIO 2017

 

PRESIDENTE: GRAFFEO; RELATORE: ALBO

 

 

 

Nell’ipotesi in cui la violazione del patto di stabilità sia accertata successivamente all’anno seguente a quello cui la violazione si riferisce, viene in rilievo l’art.31, co.28, della legge n.183/2011 che prevede che le relative sanzioni si applichino nell’anno successivo a quello in cui è accertato il mancato rispetto del patto.

 

La rideterminazione delle indennità di funzione e dei gettoni di presenza è applicata agli amministratori locali in carica nell’esercizio in cui è avvenuta la violazione del patto di stabilità.

 

L’accertamento della violazione del patto di stabilità coincide con la data della camera di consiglio della delibera e non con la data del relativo deposito.

 

La riduzione dell’indennità degli amministratori si applica agli importi effettivamente erogati, comprensivi di eventuali riduzioni già operate a vario titolo.  

 

Allegati:
Scarica questo file (Sicilia 94_2017.pdf)Sicilia 94_2017.pdf[ ]2253 kB