default_mobilelogo

Login

CORTE DEI CONTI – SEZIONE CONTROLLO PIEMONTE - DELIBERAZIONE N. 389 DEL 20 NOVEMBRE 2013 - PRESIDENTE: LATERZA - RELATORE: PISCHEDDA

Pagamento debiti fuori bilancio - Piano di rateizzazione ex art. 194, co.2, D.Lgs. n. 267/2000 - Durata massima.

L’art.194, co. 2, del D.Lgs. n. 267/2000 dispone che per il pagamento del debito fuori bilancio: “l'ente può provvedere anche mediante un piano di rateizzazione, della durata di tre anni finanziari, compreso quello in corso, convenuto con i creditori”. La formulazione della norma non consente alcuna eccezione. Non appare, pertanto, possibile un piano di rateizzazione di maggiore durata. Ricorrendone i presupposti, può essere attivata la procedura di riequilibrio finanziario pluriennale (art. 243-bis e seguenti del D.Lgs. n. 267/2000). Non è consentito escludere un debito fuori bilancio dal patto di stabilità.

Le esclusioni di specifiche tipologie di entrata e di spesa dal saldo valido ai fini del patto di stabilità sono solo quelle espressamente previste dalla legge (es. art. 31 della legge n. 183/2011 e art.1 del D.L. n. 35/2013). L’obbligo di rispettare il patto di stabilità non può costituire titolo per ottenere una dilazione dei pagamenti maggiore di quella prevista.

 (Cosmo Sciancalepore)