default_mobilelogo

Login

T.A.R. Campania Napoli Sez. VIII, 18-12-2015, n. 5801 (Ferdinando Minichini, Presidente, Fabrizio D'Alessandri, Primo Referendario, Estensore)

Concessione edilizia rilasciata in assenza di piano attuativo – Possibilità – Presupposti - Mera esistenza di infrastrutture - Sufficienza - Non sussiste.

Una concessione edilizia può essere rilasciata anche in assenza del piano attuativo richiesto dalle norme di piano regolatore solo nei casi eccezionali in cui nel comprensorio interessato sussista una situazione di fatto corrispondente a quella che deriverebbe dall'attuazione della lottizzazione stessa, ovvero in presenza di opere di urbanizzazione primaria e secondaria pari agli standard urbanistici minimi prescritti. La mera esistenza di infrastrutture (strade, spazi di sosta, fognature, reti di distribuzione del gas, dell'acqua e dell'energia elettrica, scuole, ecc.) all'interno, e, vieppiù, all'esterno, del comparto attinto dall'attività edificatoria assentita senza previa approvazione dello strumento attuativo, non implica anche quell'adeguatezza e quella proporzionalità delle opere in parola rispetto all'aggregato urbano formatosi, la quale soltanto sarebbe idonea a soddisfare le esigenze della collettività, pari agli standards urbanistici minimi prescritti, ed esimerebbe, quindi, da ulteriori interventi per far fronte all'ulteriore aggravio derivante da nuove costruzioni. Non è sufficiente un qualsiasi stadio di urbanizzazione di fatto per eludere il principio fondamentale della pianificazione e per eventualmente aumentare i guasti urbanistici già verificatisi, essendo la pianificazione dell'urbanizzazione doverosa fino a quando essa conservi una qualche utile funzione anche in aree già compromesse o edificate. (Rigetta il ricorso)