default_mobilelogo

Login

 

TAR Friuli Venezia Giulia, sentenza n. 419 del 4 ottobre 2016 - Umberto Zuballi, Presidente, Estensore

 

Con la pronuncia in rassegna il TAR Friuli Venezia Giulia si è pronunciato sulla legittimità o meno del mancato invito ad una gara di appalto del precedente affidatario del servizio in applicazione del principio di rotazione ex art. 36, comma primo, del  D.Lgs. n. 50 del 2016.

 

Il giudice di prime cure ha sancito la legittimità del mancato invito di una ditta ad una procedura negoziata ex art. 36 comma 2 lettera b) del D.Lgs. n. 50 del 2016 d’importo sotto la soglia comunitaria nel caso in cui si tratti di ditta che aveva nell’anno precedente svolto lo stesso servizio, atteso che in tale ipotesi il mancato invito è giustificato dal  principio di rotazione, previsto dall’art. 36, comma primo, del D.Lgs. n. 50 del 2016.

 

Il TAR adito ha, inoltre, specificato la portata dell’art. 36, comma 1, del D.Lgs. n. 50 del 2016, il quale prevede espressamente il “rispetto del principio di rotazione”, che costituisce una norma speciale relativa alle gare sotto soglia, la quale prevale sulla normativa sulle gare in generale.

 

 

 

KM

 

Allegati:
Scarica questo file (Tra Friuli 419 del 2016.pdf)Tra Friuli 419 del 2016.pdf[ ]155 kB