default_mobilelogo

Login

 

Il TAR Calabria, sez. I, con la sentenza n. 1079 del 2 novembre 2016, si è pronunciato sulla legittimità dell’esclusione dalla gara di un consorzio stabile in quanto una consorziata è stata raggiunta da una misura interdittiva antimafia, senza tener conto dell’istanza di sostituzione.

 

Il consorzio ricorrente, nella veste di consorzio stabile, ha partecipato alla gara indetta dalla SUAP per la esecuzione dei lavori di demolizione e ricostruzione della scuola elementare collocandosi al primo posto, come da comunicazione ad essa pervenuta dalla stazione appaltante in data 8 luglio 2016 (comunicazione ex art. 79, comma 5, codice appalti).

 

In data 19 luglio 2016 la medesima ricorrente comunicava alla stazione appaltante di aver estromesso dalla compagine del consorzio la ditta – indicata nella domanda di partecipazione quale unica esecutrice – in quanto raggiunta da misura interdittiva emessa dal Prefetto di Reggio Calabria e chiedendo di poter procedere alla sostituzione ai sensi dell’art. 95 codice antimafia.

 

La stazione appaltante denegava la possibilità di sostituzione dell’impresa affidataria ed escludeva il consorzio dalla gara, sul presupposto che l’art. 95 sia applicabile solo a seguito della adozione di un provvedimento di aggiudicazione definitiva della gara e, pertanto, non in pendenza del procedimento di svolgimento della gara.

 

Promuove ricorso il consorzio deducendo la violazione delle norme di cui agli artt. 37 codice appalti e 95 codice antimafia .

 

Con la pronuncia in rassegna i Giudici di primo grado accolgono il ricorso statuendo che deve essere garantita l’estensione del sistema delle esclusioni previsto per le associazioni temporanee di impresa anche ai consorzi qualunque siano le modalità attraverso le quali essi partecipano ad una procedura di gara, ove una delle imprese associate (o consorziate) sia raggiunta da informativa prefettizia interdittiva sancendo che la sostituzione della impresa raggiunta da interdittiva va consentita da parte della stazione appaltante anche prima della stipula del contratto (Cons. St. 31 maggio 2013 n. 3008; Cons. St. 12 maggio 2016 n. 1883).

 

 

 

KM

 

 

 

Allegati:
Scarica questo file (TAR Calabria 1079 del 2016.pdf)TAR Calabria 1079 del 2016.pdf[ ]154 kB