default_mobilelogo

Login

T.A.R. Emilia-Romagna Parma Sez. I, 19-06-2017, n. 215 (Sergio Conti, Presidente, Estensore )


Espropriazione per pubblica utilità o pubblico interesse – Procedimento – Occupazione sine titulo – Possibilità di paralizzare la tutela reale – Sussiste – Incoercibilità dell’obbligo di restituzione.

La posizione della pubblica amministrazione occupante sine titulo la proprietà altrui, differisce da quella di qualsiasi soggetto privato responsabile dello stesso illecito, per la facoltà, di cui solo la p.a. dispone, di poter paralizzare la tutela reale della proprietà dettata dal diritto comune, decidendo di acquisire unilateralmente, ai sensi dell’ art. 42 bis d.P.R. 327/2001 (T.U. Espropriazione per p.u.), la proprietà altrui già occupata sine titulo.

L’obbligo della P.A. di restituire il bene occupato, che corrisponde al diritto del proprietario di rivendicare la cosa propria, non è coercibile, essendo al contrario subordinato alla decisione discrezionale di valutare la rispondenza all’interesse pubblico dell’acquisizione del bene al patrimonio pubblico, fermo restando l’obbligo di riparare il torto inflitto all’altrui patrimonio in violazione del generale principio del neminem ledere ( art. 42 bis d.P.R. 327/2001, T.U. Espropriazione per p.u.).

Allegati:
Scarica questo file (TAR Parma 215 2017.pdf)TAR Parma 215 2017.pdf[ ]208 kB