default_mobilelogo

Login

Cons. Stato Sez. V, 04-07-2017, n. 3257 (Giuseppe Severini, Presidente- Stefano Fantini, Consigliere, Estensore)

Appalto pubblico e privato - Gara d’appalto - ATI - Requisiti di partecipazione – Possibilità di specificazione delle quote in termini percentuali – Sussiste.

L’obbligo per i R.T.I. di specificare le parti del servizio che saranno eseguite dai singoli operatori riuniti, o consorziati, deve ritenersi assolto sia in caso di indicazione, in termini schiettamente descrittivi, delle singole parti del servizio da cui sia evincibile il riparto di esecuzione tra le imprese associate, sia, in caso di indicazione quantitativa, in termini percentuali ( d.lgs. n. 163/2006 , Codice degli appalti 2006) (Riforma della sentenza breve del T.a.r. Lazio, Roma, sez. I bis, n. 1963/2017).

La specificazione delle parti del servizio in termini percentuali di esecuzione (e dunque, di indicazione quantitativa, anziché in termini descrittivi) ascritte a ciascuna impresa raggruppanda è stata ritenuta legittima da Cons, Stato, Ad. plen., 5 luglio 2012, n. 26

 

Allegati:
Scarica questo file (CDS 3257 2017.pdf)CDS 3257 2017.pdf[ ]272 kB