default_mobilelogo

Login

Il rito superaccelerato di cui all'art. 120, comma 2-bis del c.p.a. è condizionato, nella sua portata derogatoria dei tradizionali principi in tema di impugnazione, dalla pubblicazione delle ammissioni sul profilo del committente della stazione appaltante ai sensi dell'articolo 29, comma 1, del codice dei contratti pubblici, in difetto della quale - anche in caso di implicita ed indiretta conoscenza della platea dei concorrenti - ritornano applicabili i criteri generali classici, i quali fanno decorrere il termine di proposizione del ricorso dalla piena conoscenza dell'atto, purché l'atto sia immediatamente lesivo; ma detta lesività è propria dei provvedimenti di esclusione, mentre per quelli di ammissione dei controinteressati essa sorge con il provvedimento di aggiudicazione, e in particolare con l'aggiudicazione definitiva.

 

In linea di principio il soccorso istruttorio può essere utilizzato anche per consentire la produzione del contratto di avvalimento, sempre che esso sia stato sottoscritto anteriormente alla data di presentazione dell'offerta. L'onere della produzione di una copia del contratto idonea a dare certezza in ordine al decisivo requisito della data di sottoscrizione grava in capo alla parte che si avvale del soccorso; essa può derivare da una certezza legale o comunque da un qualsivoglia elemento che consenta di documentarne l'autenticità 

Allegati:
Scarica questo file (Tar Roma 8704 2017.doc)Tar Roma 8704 2017.doc[ ]72 kB