default_mobilelogo

Login

In materia di validità delle liste elettorali, l'autenticazione delle firme dei soggetti presentatori, non può venire meno alla sua funzione essenziale e precipua, che è quella, appunto, di essere «l'attestazione, da parte di un pubblico ufficiale, che la sottoscrizione è stata apposta in sua presenza», come prevede l'art. 1, comma 1, lett. i), del D.P.R. n. 445/2000, che ricalca la definizione dell'art. 2703, comma secondo, c.c.. L'autenticazione deve essere sottoscritta dal pubblico ufficiale stesso, che con la firma, appunto, si assume il compito, e la responsabilità, di attestare erga omnes che la firma è stata in sua presenza apposta, conferendo assoluta certezza alla formalità dell'autenticazione, certificando, sino a querela di falso, che la firma è stata apposta in sua presenza. Ove la sottoscrizione del pubblico ufficiale non sia apposta, pertanto, viene a mancare il nucleo essenziale e indefettibile dell'autenticazione e cioè, in primo luogo e soprattutto, l'attestazione di cui si è detto e la sua inoppugnabile riconducibilità al funzionario addetto all'autenticazione. La sottoscrizione del pubblico ufficiale è dunque una forma sostanziale, indefettibile, insostituibile dell'autenticazione, che non ammette e non può ammettere equipollenti, pena lo snaturamento dell'essenza stessa dell'autenticazione, secondo quanto si è detto, e non è sanabile ex post mediante dichiarazioni postume da parte del pubblico ufficiale, non essendo consentito ricostruire aliunde, mediante elementi esterni e successivi all'atto stesso dell'autenticazione, o comunque integrare la volontà del pubblico ufficiale autenticatorio e gli effetti stessi dell'atto carente di elementi essenziali. La mancanza della sottoscrizione da parte del pubblico ufficiale, è forma ad substantiam ed elemento essenziale dell'autenticazione e la sua assenza, qualsiasi ne sia la causa (dimenticanza, erronea valutazione del pubblico ufficiale o altre ipotesi), fa sì che le firme oggetto dell'autenticazione invalida giuridicamente non esistano, tamquam si non essent 

Allegati:
Scarica questo file (CdS 2370 2017.doc)CdS 2370 2017.doc[ ]90 kB