default_mobilelogo

Login

Se è vero che i Comuni non possono più perseguire finalità di programmazione generale utilizzando la leva degli orari, è altrettanto vero che, ai sensi del citato art. 31, comma 2, del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, i Comuni ben possano proporsi obiettivi quali la protezione dell'ambiente, della salute e del riposo dei vicini nelle ore notturne, pregiudicato dalle diffusioni acustiche degli stabilimenti balneari, derivante non soltanto dagli strumenti elettroacustici, ma anche dal rumore antropico degli avventori del locale adibito a discoteca.

Allegati:
Scarica questo file (Tar L'Aquila 239 2017.doc)Tar L'Aquila 239 2017.doc[ ]103 kB