Per il Consiglio di Stato è corretta la scelta della Stazione appaltante, nell’obiettiva incertezza sulla validità del DURC alla scadenza del termine per la presentazione delle offerte, di verificare la regolarità o meno della posizione contributiva dell’impresa acquisendo un nuovo certificato aggiornato.

Del pari corretta è la decisione di mantenere in gara il concorrente  una volta preso atto del permanere di tale regolarità.

Consiglio di Stato, sez. V, sentenza 26 settembre 2017, n. 4506, Presidente Saltelli, Estensore Perotti